Essere brave nuoce alla salute. Essere delle sane stronze e delle sane egoiste, invece, fa benissimo. Questo in poche parole il succo del libro.

E’ stato il primo libro che ho letto sull’autostima femminile e mi sono detta con un sorrisino: “beh, ma allora io sono nella giusta strada”.  Secondo i canoni dell’autrice e psicoterapeuta Ute Ehrhardt, ero già un pò una “cattiva”, ma gli effetti collaterali del mio amor proprio non mi facevano stare per niente bene. Già, le trappole insidiose in cui cadono le “brave ragazze” descritte nel libro sono sempre in agguato, anche quando pensi di essere sicura di te e a buon punto.
La paura di essere giudicate cattive e quindi non amabili, è cosi forte secondo l’autrice che le donne indietreggiano. Resistenze, paure inconsce, sensi di colpa, schemi di sottomissione sono dure a morire nella strada del rispetto di sè stesse.

Il libro ti rivela come sia possibile trovare un equilibrio tra l’amor proprio e il vivere relazioni armoniose con gli altri. Con esempi e analisi, ti spiega come l’apparire brava agli occhi degli altri non ti porti da nessuna parte, anzi ti porti solo all’infelicità e all’insoddisfazione.

“Le brave ragazze vanno in paradiso, le cattive dappertutto” è il libro che fa per te, se vuoi prendere in mano una volta per tutte le redini della tua vita, dicendo si a te stessa e smettendo di dipendere dall’opinione altrui su come devi o non devi essere, su cosa devi fare e cosa no.

 

brave ragazze

Salva

 

Autrice: Ute Ehrhardt
Casa Editrice: Tea Libri

 

Formato:    Cartaceo
Anno:          Ott. 2007
Pagine:        189

Prezzo:        € 8,00

macrolibrarsi

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Formato:    Kindle
Anno:          Ott. 2010
Pagine:        192

Prezzo:        € 5,99

amazon

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

 

INDICE DEL LIBRO
  1. Brave dalla culla fino alla tomba
    – L’adeguamento: una strategia carica di conseguenze
  2. Il grande inganno
    – Le trappole mentali quotidiane
    – Le trappole mentali nell’ambito del lavoro
    – La paura del potere
    – Strategie
    – Predizione che si avvera da sé
    – Il sorriso impotente
  3. Sempre e soltanto sorridere
    – Tradiamo noi stesse con il sorriso?
    – La mentalità della Monna Lisa
    – La donna docile
    – La rinuncia femminile
  4. Le cattive ragazze vanno dappertutto… anche in paradiso, quello in terra

 

 

APPROFONDIMENTI

“La pressione sociale subita dalle donne ha innescato in molte di noi un meccanismo psicologico che ci porta a scegliere di rimanere in secondo piano perché, come spiega Ute Ehrardt, ci sentiamo incapaci e non accettiamo di provare emozioni forti come la paura o di desiderare qualcosa solo per noi stesse.”
Recensione (Pensierodistillato.it)

 

“Allontanarsi dai condizionamenti per diventare donne vincenti. Sembra uno spot pubblicitario, ma è questo il primo passo per conquistare consapevolezza di sé e del proprio valore e questo libro può essere utile per scandagliare dall’interno la situazione, entrando nel vivo dei modi di pensare delle donne e suggerendo soluzioni che portino al cambiamento.”
Recensione (libro-bari.blogautore.it)

 

Sfoglia la Prima Sezione del Libro
Anteprima Le Brave Ragazze Vanno in Paradiso, le Cattive Dappertutto (books.google.it)

 

 

CITAZIONI

Apparentemente tranquilla, nell’intimo è lacerata da un conflitto: se da un lato la Donna Nuova vuole piacere agli altri e si sforza di accontentare tutti, dall’altro sa di spingersi in una spirale di subordinazione, di dipendenza. Vorrebbe imporsi senza ferire, raggiungere il suo scopo senza travolgere, essere critica ma non maldicente, esprimere la propria opinione e convincere gli altri senza prevaricarli, essere sicura di sé senza spaventare.

 

“L’ostacolo più grande che le donne devono superare è quello di voler piacere a tutti i costi. Per far ciò rinunciano all’affermazione di sé, all’indipendenza, al potere […] questa situazione rimarrà immutata finché le donne si orienteranno sulla base del pensiero di altri e non sui propri desideri e sulle proprie idee.”

 

Molte donne credono di avere bisogno di un uomo come garante della sicurezza economica e del proprio fascino femminile […] Per questo motivo tengono in piedi rapporti che da tempo non vorrebbero più. Si preoccupano di come tenersi stretti i propri mariti. Si sacrificano anziché cercare di risolvere i problemi che sorgerebbero in assenza di un marito. E’ necessario chiarire i propri obiettivi, prendere con determinazione le decisioni conseguenti.

 

Il fatto è che le donne tendono con forza a frenare se stesse. A cominciare dall’ideale di magrezza che tormenta la psiche di molte. Queste presunte norme sono state create soltanto dalle donne, gli uomini se ne occupano molto meno.

 

“Spesso si tollera un comportamento altrui perché non si ha il coraggio di biasimarlo apertamente. In questo modo il termine comprensione si è tramutato a poco a poco nel sinonimo di tolleranza di un comportamento inaccettabile e riprovevole.”

 

“Le ragazze “cattive” fanno ciò che è bene per loro…senza sensi di colpa.”

 

“Le ragazze “cattive”:
Infrangono le regole.
Stabiliscono regole proprie.
Pongono esigenze chiare.
Sanno dire NO senza remore.
Nessuno può mettere in crisi la loro sicurezza.
Hanno una visione chiara del cammino che devono percorrere.
Pensano in grande.
Sperimentano il successo.
Non vogliono piacere ad ogni costo.
Non temono le critiche.
Non si fanno zittire da nessuno.
Accettano il fatto che senza rischio non si possa vincere.
Usano le proprie energie per i PROPRI scopi.
Sono fiere dei loro successi.
Entrare in competizione le diverte.
Usano un linguaggio diretto e non passano il tempo a preoccuparsi di quello che gli altri potrebbero pensare o fare.
Hanno voglia di vincere.
[…] Non temono di apparire spietate.
[…] Nel dubbio si separano dagli altri, mai da loro stesse!

 

 

Le Brave Ragazze Vanno in Paradiso, le Cattive Dappertutto

braveragazze

Salva

 

 

Autore:          Ute Ehrhardt
Editore:          Sperling&Kupfer
Pagine:          180 (192 Kindle)

 

Cartaceo:       €8
macrolibrarsi


Kindle:           € 5,99

amazon

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

 

 

 

 

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva