Può sembrare un paradosso, ma per essere piu’ sicura di te stessa c’è una semplice cosa da fare: accettare la tua insicurezza.

Già, perchè nella vita l’unica cosa certa e sicura è che dobbiamo morire tutti. La vita di per sè non ti dà certezze eterne. Per esempio, se tu stai con una persona che ti dice che ti ama, tu sei sicura del suo sentimento in quel momento presente, ma non avrai mai la certezza e la sicurezza che ti amerà in eterno. Nemmeno se vi sposate.

Lo psicoterapeuta Raffaele Morelli in questo video “L’insicurezza è una risorsa” paragona tutto ciò al fluire dell’acqua.

Ci sono diversi metodi che puoi utilizzare per essere più sicura di te. Ne ho selezionati diversi nella mia Guida ai Metodi per Essere Sicura di Te Stessa e qualcuno potrebbe fare al caso tuo.

Nel frattempo ti dò queste quattro dritte da tenere ben presenti:

1) Smettila di farti le seghe mentali e concentrati sulle tue sensazioni

Quando tu inizi a farti mille paranoie su quello che non hai fatto e che potevi fare, su ciò che pensano gli altri, su quello che potrebbe succedere se farai così o colà… perdi sicurezza in te stessa ma soprattutto perdi energia e tempo a preoccuparti per cose che stanno o nel passato o nel futuro… e che, quindi, in questo momento non esistono e perciò non sono reali.

L’unica cosa reale è quello che esiste nel “qui ed ora”.

Per calmare la mente e toccare con mano la realtà, pratica l’Automassaggio oppure semplicemente chiudi gli occhi, ascolta il tuo respiro, osserva come stanno i piedi, la schiena, le varie parti del tuo corpo e se emergono particolari emozioni.

Fatti ispirare, inoltre, da questo divertente libro: “Come smetterla di farsi le seghe mentali e godersi la vita

 

2) Accetta il cambiamento

Programmare le cose può essere utile per porti degli obiettivi ma questo non ti dà la certezza che le cose programmate o le cose che speri accadano, accadranno.

La sicurezza in te stessa non si può basare sull’avere tutto sotto controllo affinchè le cose vadano come vuoi tu. Perchè se ciò non accade rischi poi di andare in tilt. E casca il palco.

La vita è cambiamento, è un continuo mutare. E soprattutto non puoi controllarla.

Le uniche cose che puoi programmare e controllare sono i tuoi pensieri e le tue azioni (se non sai come si fa, la PNL  è una bomba).

Quello che devi sviluppare non è la resistenza, non è il lottare a tutti i costi contro qualcosa o contro gli eventi per ottenere ciò che vuoi, ma essere flessibile di fronte alle avversità e le incertezze che la vita ti pone.

Chi sopravvive non è il piu’ forte, ma chi si adatta e accetta le circostanze della vita.

Ciò non significa subire le sfighe e rassegnarti, al contrario accettare significa vedere e toccare la realtà per quella che è. Insomma non raccontarsi balle, avere il coraggio di guardare il diavolo negli occhi, di vedere le cose per quelle che sono. Essere consapevole della realtà che vivi ti permette di avere il quadro della situazione e tutte le informazioni per scegliere con gran sicurezza come meglio agire sulla base delle circostanze.

Essere flessibile, mutevole, incoerente e oserei dire lunatica è fondamentale per accettare i cambiamenti della vita.

Quindi, inizia a prendere consapevolezza di come cambi tu ogni giorno.

Utile è osservarti attraverso il lavoro con il Ciclo mestruale e lunare. Lo sapevi che questi due cicli vanno ad influenzare i tuoi stati d’animo e la tua energia vitale?

 

3) Togliti la corazza e apri il cuore

Essere sicure di sè non vuol dire essere delle dure tipo Lara Croft nel film Tomb Rider (trailer https://www.youtube.com/watch?v=q166kBcULBM) , una guerriera con licenza di uccidere…
Lara Croft non si fida di nessuno, combatte contro tutti, dorme con una pistola sotto il cuscino e ti uccide solo se batti ciglio.

Certo, essere forti, resistenti, determinate come lei può essere molto utile e vantaggioso,  ma il rischio è quello di sembrare troppo sicure di sè schiacciando gli altri: insomma, di essere percepite come delle bullette prepotenti, poco umili, aggressive, dei robot dal cuore di ghiaccio.  Non mi stupisco poi se gli uomini scappino a gambe levate.

E’ questa la vera sicurezza di sè? Io credo di no.

Questa è tutta una montatura per difendersi dall’emotività di cui si ha paura, una torre con un sistema difensivo all’avanguardia per proteggere e nascondere un cuoricino fragile, insicuro e delicato.

TATUATELO NEL CERVELLO: La vera sicurezza di se’ nasce dal CUORE

Se anche tu per sembrare sicura agli occhi degli altri metti la corazza da dura, ti consiglio di usare la Floriterapia, utile per far emergere la bellezza della tua vulnerabilità, lasciando andare il timore di essere ferita.

 

4) Fidati del tuo istinto e delle tue emozioni e sii autentica

A questo punto mi sembra chiaro che essere sicure di sè significa avere il coraggio di mostrarsi vulnerabili e autentiche,  di non vergognarsi delle proprie paure, di chiedere aiuto quando si ha bisogno. Non sei sbagliata o insicura se vivi un momento di difficoltà o confusione o se provi tristezza, rabbia o paura.

Sei umana, cavolo! Ricordati che fa parte del percorso cadere. Quindi, non giudicarti.

Le tue emozioni, le tue insicurezze, le tue vulnerabilità sono lì per parlarti di te, di ciò di cui tu hai bisogno nel profondo del cuore e di ciò che desideri.

Fidati delle tue emozioni poichè queste sono vere e proprie maestre che ti mostrano la via da percorrere, sono la voce istintiva di una donna saggia che abita dentro di te. Nel libro “Donne che corrono coi lupi” questa donna viene definita come  “La que sabe” cioè “colei che sa”, “La Loba”, “Baba Yaga”, “la vecchia strega”, “la donna selvaggia”.

Per essere sicura di te non hai bisogno di conferme dagli altri, basta che ascolti la voce di questa Donna Sapiente.  Per farlo ti viene incontro anche la Psicosomatica, che attraverso l’analisi dei messaggi del corpo e dei disturbi fisici, ti aiuta a prendere consapevolezza dei tuoi bisogni e desideri più profondi.

 

 

 

lisagiacomeldomande2Hai una domanda, un dubbio, un qualche cosa che vorresti chiarire? Lascia qui sotto la tua richiesta, o ciò su cui vuoi essere aiutata e sarà sempre un piacere per me risponderti.